Conosciamoci

SUMus community logo




definition of sumus latin to italian

SUMs è una “think-tank”, un centro di pensiero, e una “do-tank”, un centro d’implementazione. Questi hub multidisciplinari mettono a disposizione una piattaforma aperta, dove cittadini, organizzazioni e istituzioni possono incontrarsi e lavorare assieme, formando quindi ecosistemi dedicati a tutti gli aspetti della vita: dalla salute all’educazione, e dall’agricoltura alla cultura, dall’amministrazione al fare azienda.

 

Ideazione e avviamento di progetti concreti e pragmatici che generano nuovi posti di lavoro nella produzione di cibo sostenibile, nella medicina funzionale, nella tecnologia etica, nell’educazione circolare e nell’artigianato: questo è lo scopo di SUMus.

SUMus è una comunità di persone che vogliono condurre una vita straordinaria diventando la miglior versione di loro stesse, per loro stesse e gli altri❞

In SUMus ci si può unire in uno spazio apolitico, ecumenico, risolutamente positivo e inclusivo, per esplorare, concreare, testare e implementare soluzioni concrete, atte alla formazione di un nuovo paradigma.

È un gruppo di persone di tutte le età, uomini e donne; studenti, genitori, agricoltori, artigiani, ricercatori, artisti e insegnanti. Siamo ideatori e creatori, persone che hanno deciso di essere responsabili per le proprie vite, attori proattivi del futuro. Creiamo un mondo migliore per le future generazioni, partendo dalla nostra.

 

Il progresso è la realizzazione dell’utopia❞ – Oscar Wilde

Venezia è a misura d’uomo e senza traffico, due elementi che la rendono una città democratica. Le persone la camminano in sicurezza, condividono momenti di socialità, una chiacchiera, un caffè, come se la città fosse il loro soggiorno di casa. I bambini corrono e giocano liberamente nei campi e nelle calli. Qui si assapora il silenzio e si è indotti dalla bellezza e dall’acqua ad attimi di contemplazione

Venezia è Viva

La vita ha un ritmo lento, le tradizioni più antiche si mescolano con la vita moderna, ed elementi delle culture Orientali si fondono con quelle Occidentali. É da sempre una città aperta a tutti e tutto, una planetaria globale da qui negli anni si è distillata un’anima distintiva, peculiare e da cui si possono trarre insegnamenti.

Nel documentario “Venezia Faro del Mondo”, SUMus ha voluto raccogliere le storie, i sogni e le aspirazioni degli abitanti di questa città. Vi invitiamo a visionare il documentario al seguente link e a condividere con noi le vostre opinioni, idee e suggerimenti.

Durante le riprese, è emerso come lo stile di vita tipico di questa città sia un patrimonio da riconoscere e rafforzare cosicché possa essere tramandato alle generazioni future e vissuto con consapevolezza da quelle presenti.

Oggi, Venezia, l’arcipelago, la laguna e i territori circondanti della terraferma stanno fronteggiando le stesse sfide che devono essere affrontate con estrema urgenza dal resto del mondo: le crisi ambientale, sociale ed economica. Le conseguenze di queste sono già chiaramente visibili a Venezia in quanto essa si presenta come un microcosmo, e quindi può fungere da hub sperimentale ed esemplare per il resto del mondo. Può essere un luogo da dove reinventare e cocreare una nuova società a prova di futuro che agisce per la Vita, è a servizio del Vivente e crea Armonia.

Il desiderio di SUMus è di facilitare quante più persone all’esplorazione dei propri talenti, passioni, creatività ed emozioni; di mettere a disposizione un luogo dove approfondire la conoscenza delle leggi dell’universo e della natura, dove persone che praticano arte, sport, scienza, artigianato e imprenditorialità possono interagire e lasciar fluire libere le idee. Un riferimento per i viaggiatori dove potersi interfacciare con gli abitanti, sostenendo conversazioni sulla convivenza residente-turista e ridefinendo ciò che significa essere turista.

Come Einstein disse:

Non possiamo risolvere i problemi con lo stesso tipo di pensiero che abbiamo usato quando li abbiamo creati

SUMus crede fermamente che il cambiamento parta dalla nostra mentalità, dall’esplorazione dalla nostra coscienza.

 

 

Nel sestiere di Castello, vicino alla fondazione amica Oceanspace, c’è una vecchia fabbrica tessile in stato di abbandono. Essa è stata identificata come la perfetta sede di SUMus e sarà ristrutturata e aperta alla popolazione nell’arco del 2022. Proprio come nella tessitura, questo luogo fungerà da telaio di persone, menti, idee, mestieri e conoscenze. Un nuovo luogo di aggregazione sociale e arricchimento dove si può crescere e prosperare, e cocreare un nuovo paradigma sostenibile.

Nella primavera del 2022, in concomitanza con la riapertura della Biennale d’Arte, la Fucina del Futuro ospiterà il “Forum del Possibile”, una serie di giornate ricche di laboratori creativi, discussioni ed esibizioni artistiche incentrate sul tema “Dal Caos all’Armonia” che si svolgeranno in questo e altri luoghi di Venezia.